“Orgoglio piemontese”

Così viene definito dal Consorzio Alta Langa DOCG questo spumante ottenuto rigorosamente da Metodo Classico e rigorosamente prodotto nelle grandi annate. Nessuno in effetti potrebbe avere da ridire a definirlo “orgoglio piemontese”. In Piemonte la vocazione a fare delle ottime bollicine c’è, e uno spumante come l’Alta Langa ne è l’ennesima conferma.

Viene prodotto in modo scrupoloso, attento a garantire un prodotto finale elegante e fine, eppure appagante anche per la piacevole bevibilità. Uno spumante saporito e avvolgente, ricco di mineralità e perfetta immagine del suo territorio di provenienza.

L’Alta Langa di Fontanafredda

Vado a raccontarvi due proposte di un produttore di Alta Langa DOCG, ovvero Fontanafredda. Collocata a Serralunga d’Alba, questa cantina non ha solo una tradizione e una storia consolidate alle spalle, ma ha soprattutto voglia di continuare a raccontare il suo territorio continuando a perfezionare la propria opera. Da sempre Fontanafredda si impegna a produrre vini di solida impronta piemontese, garantendo ottimi risultati dai robusti vini rossi alle bollicine come l’Alta Langa.

Ho l’occasione di assaggiare l’Alta Langa DOCG proposta da Fontanafredda nelle versioni:

  • Alta Langa DOCG Limited Edition Riserva 
  • Contessa Rosa Rosè Alta Langa DOCG.

 

Alta Langa DOCG Limited Edition Riserva

Versione brut dell’Alta Langa, è uno spumante ricco di profumi fini agrumati e di fiori bianchi che si aprono man mano, e che lascia in bocca un sapore bello fresco e abbastanza sapido. Qui pinot nero e chardonnay si uniscono per dare una bollicina fragrante e accattivante, perfetta per “rompere il ghiaccio”.

Contessa Rosa Rosè Alta Langa DOCG

Un piccolo gioiello, dove si uniscono la freschezza e complessità, quest’ultima data dal prezioso contributo di un liqueur d’expedition ottenuto da Barolo del 1967, grazie al quale questo spumante si tinge di rosato. Questa nota un po’ inaspettata si traduce in uno spumante seducente che avvolge il palato, conquistandolo con eleganza e un sapore fine, cremoso, ricco di note fruttate e minerali che lasciano spazio a dei lievi accenni di rosa. Una bollicina di classe, perfetta compagna a tavola sia in aperitivo che pasteggiando.

E a voi quali bollicine piacciono?

Alla prossima!

 

Seguimi anche su: